Tavola per Periferica – Reazionalismo

Il consumatore non è uno stupido. Il consumatore è tua moglie.

Lo diceva con il consueto buon senso David Ogilvy, uno dei più grandi pubblicitari di ogni tempo.

E vogliamo aggiungere che mentre da tua moglie in fondo è piuttosto difficile divorziare per un solo episodio con il vostro Cliente questo può accadere molto più facilmente, perchè il Cliente è “vostro” solo finchè non è di un altro, è un possesso e non di certo una proprietà di cui potete fare ciò che volete.

Se vostra moglie può accontentarsi di una parola gentile ogni tanto, un invito a cena per l’anniversario di matrimonio e poco altro per il Cliente serve molto di più, va trattato quanto meno come una fidanzata, se non direttamente come la ragazza che state corteggiando da tempo. Il vostro primo obiettivo è stato farvi notare tra i mille altri pretendenti, per poi riuscire ad attaccare bottone, e poi ancora raccontarsi e conoscersi, per infine convincerla che siete voi la scelta migliore. Perchè alla fine tutta questa fatica è finalizzata a potervi “vendere” a Lei.

E’ un gran lavoro di costruzione che può richiedere minuti oppure anni, e che è basato in gran parte sulla vostra capacità di comunicare. Alcuni l’hanno innata, altri fanno un po’ più di fatica, ma nessuno è completamente negato, chiunque può essere aiutato a farlo meglio, a raccontarsi nel modo migliore. Il nostro lavoro è questo, aiutarvi ogni volta che sia possibile a farvi conoscere, a conquistare, a legare a voi persone che magari fino a quel momento non vi avrebbero mai presi in considerazione, e che invece possono diventare dei vostri affezionati Clienti. Qui ne trovate qualche singolo esempio mentre qui parliamo di come il nostro apporto si articola nel tempo e attraversa le funzioni aziendali.

Ovviamente i rapporti di cui ci occupiamo sono quelli con i Clienti, quelli con le Mogli non rientrano nelle nostre abilità.