IMG_6248

Lo streetvideo come strumento di condivisione non solo della forma ma anche e soprattutto dei contenuti.

Circa un mese fa Lorenzo Jovanotti ha presentato ‘Terra degli uomini‘, un inedito tratto dall’ultimo album ‘Backup 1987-2012′. In che modo? Pubblicando sulla propria pagina Facebook uno street-video del brano e descrivendolo con queste parole:

In Backup ci sono una, cento, un milione di vite. C’è anche questa canzone, tra quelle nuove. Fatta solo con un pianoforte, un basso, una chitarra elettrica e una voce. Questo non è il video, ma uno degli “street video” possibili. Forse questa canzone un video definitivo non ce l’avrà mai, proprio perchè “Terra degli uomini” è una, cento, un milione di canzoni possibili. Per voi.

In questo modo ha chiesto ai milioni di utenti della rete di creare la propria e personale visione della Terra degli Uomini. Un modo interessante per condividere il contenuto in forme filtrate dalla sensibilità di ogni streetvideo maker, una vetrina curiosa in cui perdersi per un po’.

“ho aperto il mio computer e mi sono messo a guardare gli “street video” di terradegliuomini che state caricando nella mia pagina youtube. Che bellezza! C’è tanta di quella vita in giro che mi vengono le vertigini.”

Se avete voglia guardateli anche voi a questo link:
http://www.youtube.com/playlist?list=PLeT5w6WlWiNA0Sew2jB_I55TX_YuVQYGt

Ecco la nostra versione, un rimontaggio del corto “Ora ti Vedo” sulla traccia condivisa da Lorenzo.